Image of

Maura Delpero

Maura Delpero è una regista e sceneggiatrice nata a Bolzano nel 1975. Ha studiato lettere a Bologna e Parigi e drammaturgia a Buenos Aires.

Dopo aver lavorato come assistente in Bangladesh per il film Le ferie di Licu di Vittorio Moroni, firma la sua prima regia nel 2005 con il mediometraggio documentario Moglie e buoi dei paesi tuoi. Four tracks from Ossigeno, cortometraggio sullo spettacolo Ossigeno del Teatro Clandestino, è finalista al Premio Riccione TTV 2008[2].

Il suo primo lungometraggio, il documentario Signori professori (2008) vince il premio UCCA – Venti Città e il premio Avanti! al ventiseiesimo Torino Film Festival.

Nel 2010 la sceneggiatura del mediometraggio Nadea e Sveta riceve la menzione speciale al Premio Solinas. Il film vince il Premio Cipputi al trentesimo Torino Film Festival e viene nominato nella cinquina finalista dei David di Donatello nel 2013.

Hogar, Il suo progetto per un lungometraggio di finzione di coproduzione italo-argentina, è stato uno dei dieci progetti selezionati per la Script Station della Berlinale 2015. Il film ha vinto anche la Menzione al Miglior Progetto e il premio ARTE al 64. Festival de San Sebastián.

Produzioni

2019

L’Hogar, un centro religioso italo-argentino per ragazze madri, è un luogo paradossale in cui la maternità precoce di giovani ragazze madri, convive con il voto di castità delle suore che le hanno accolte, tra rigide regole e amore cristiano. Suor Paola è una giovane suora appena arrivata a Buenos Aires dall’Italia per finire il noviziato e prendere i voti perpetui….