Sinossi
Tu cerchi l’Amore! Rachele ride allo sconosciuto col quale sta chattando su webcam. Lei all’amore non crede. E ci accompagna a scoprire l’unico sentimento che conosce, il legame fortissimo velenoso che unisce i suoi genitori. In pubblico si
mostrano affettuosi e innamorati, ma dietro porte chiuse, è tutto possesso sottomissione paura e dolore. Rachele vuole essere diversa. Ma può veramente esserlo, se l’unica forma di amore che conosce è violenza?

Note del regista
Deer Girl è un’originale trattazione della violenza nel rapporto di coppia, all’interno di un matrimonio apparentemente felice, che ne sonda le implicazioni psicologiche e sociali con precisione e sensibilità. L’aspetto più innovativo della sceneggiatura è l’uso della figlia della coppia, Rachele, come punto di vista sul tema. Per tutto il film, Rachele cerca di trovare una risposta a una domanda enorme, anche se banale, riassunta nel titolo di una hit degli anni ’90: Che cos’è l’amore?
Rachele è alla ricerca della propria definizione di amore e libertà. La sua indagine sulle dinamiche dell’amore e sulla violenza che può nascondere porta a una riflessione più ampia sul concetto di libertà e identità individuale, mettendo a confronto nel f ilm due generazioni, due mondi quello dei genitori e quello dei figli in un apparente stato di incomunicabilità.
Il percorso di Rachele verso l’emancipazione la porta a sperimentare nuove e sempre più estreme forme di intimità. In questo modo, il film affronta un altro tema molto interessante legato non solo alla trasformazione delle relazioni nelle nuove generazioni , ma anche alla sessualità e alla sublimazione dei corpi legata alle nuove tecnologie. Queste tecnologie stanno rapidamente cambiando il modo in cui viviamo le relazioni, rendendole più fluide, più immediate, in uno strano gioco in cui alcune barriere veng ono abbattute, avvicinandoci anche nella separazione fisica, e altre vengono innalzate attraverso schermi che forse diventano muri difficili da attraversare.

Prodotto da

prodotto da Elda Guidinetti, Marta Donzelli, Gregorio Paonessa

una produzione ventura, Vivo film

con il contributo del Ministero della Cultura, con il sostegno di IDM Film Commission Südtirol

Cast

Rachele Denise Tantucci

Ania Anita Caprioli

Ermes Matteo Olivetti

Wanda Anita Kravos

Mario Giorgio Tirabassi

Rachele bambina Maya Zacchino

Pietro Bruno Da Soghe

Leo Bryan Ferraro

ragazza Leo Darya Moltushkina

Cast tecnico e artistico

regia Francesco Jost

sceneggiatura Francesco Jost, Marta Parlatore

fotografia Debora Vrizzi

montaggio Letizia Caudullo

musiche originali Max Viale

suono in presa diretta Patrick Becker

costumi Daria Calvelli

trucco Altea Lippmann

acconciature Elena Passera Laghi

Dati tecnici

Paese Svizzera / Italia

anno 2023

durata 87′

Festival e premi

Solothurn Film Festival 2024: Fictions