Image of

Chiara Malta

Nata a Roma nel 1977, Chiara Malta si laurea in Storia e critica del cinema nel 2001 e parte a Parigi l’anno successivo per frequentare gli Ateliers Varan e poi l’Université di Paris I, (DEA in cinema ).

Scrive dirige e talvolta interpreta dei film insoliti e inclassificabili, che sperimentano supporti visivi e linguaggi.

Il rapporto alle immagini private e all’autobiografia segna i suoi cortometraggi d’esordio: Aspettandoti/En t’attendant (Mostra Internazionale del Nuovo cinema di Pesaro/esordi italiani) e L’Isle (2° premio FFF, premio Andrea Pazienza al Libero Bizzari, premio Avanti al BFF, in concorso in numerosi festival internazionali tra i quali Clermont Ferrand, Richmond, Fundao, Mecal, Bratislava, Braunshweig, Las Palmas, Rio de Janeiro…)

Il lungometraggio documentario Armando e la politica apre la sezione Lo Stato delle cose al TFF 2008, ha poi partecipato a numerosi festivals internazionali (Etats Generaux du film documentaire de Lussas, La Rochelle, Grenoble, Tiburon, Annecy, premio casa Rossa al BFF, vincitore al festival del cinema italiano di Madrid). Trasmesso in 2010 su ZDF/ARTE (La Lucarne), è stato apprezzato dalla stampa per la libertà della forma e la giustezza dello sguardo, il tono insolito.

In 2010, il cortometraggio J’attends une femme chiude il ciclo dei film « autobiografici », e L’amour à trois  prodotto per France2, mette in scena  la giovane coppia di danzatori Ikue Nagakawa et Lorenzo De Angelis, della compagnia di Pascal Rambert.

Membro attivo dell’Acid (Association du cinéma indépendant pour sa diffusion) per la quale sostiene film indipendenti, e partecipa alla selezione Acid del festival di Cannes, é attualmente in scrittura con Sebastien Laudenbach del lungometraggio di finzione per bambini (e per i loro genitori), Linda e il pollo, selezionato all’atelier di co-produzione internazionale ACE.

Produzioni

2008

Il cittadino Berlusconi un bel giorno è entrato nelle case degli italiani. A ripensarci oggi mi dico che doveva esserci un trucco…